mercoledì 31 maggio 2017

Save the date: 7.6.17

Oggi con questo post estemporaneo di fine maggio vorrei svelare copertina e trama del mio thriller
Eccovi intanto la data di uscita di Fragile come il silenzio: 7 giugno 2017.

Vi mostro la copertina


e vi racconto la trama:

Il cadavere di un uomo orrendamente mutilato viene ritrovato in un deposito abbandonato alla periferia di Bologna. L'uomo ha i genitali tagliati ed è irriconoscibile perché ha il volto e le mani bruciati. Chi ha commesso questo atroce delitto? Perché il cadavere è stato così atrocemente deturpato? Il commissario capo Saverio Sorace, appena trasferitosi da Napoli, non avrebbe mai pensato di trovarsi invischiato in un caso simile a due giorni dal suo arrivo a Bologna, lui che si era illuso, lasciando Napoli, di potersi occupare di crimini meno efferati.
Lo affianca nelle indagini la collega Sara Castelli, una donna enigmatica che Saverio non riesce a inquadrare e per la quale non può fare a meno di provare una fortissima attrazione, come non gli era mai accaduto prima. Mentre l’identificazione della vittima porta le indagini in una certa direzione, un secondo omicidio compiuto con lo stesso rituale li porta a pensare che possa trattarsi di un omicida seriale che potrebbe anche essere una donna. Man mano che Saverio procede nelle indagini lo scenario si complica e un indizio sembra stranamente collegarsi all’ispettore Castelli. Qualcosa del passato di Sara emerge all’improvviso e questo lo disorienta e gli fa dubitare di lei. Chi è veramente Sara Castelli, cosa si cela dietro il suo sguardo imperscrutabile? Ma forse è soltanto la sua immaginazione troppo fervida da poliziotto. O forse no, tutti abbiamo qualcosa da nascondere, e Saverio lo sa bene, perché anche lui non è un’anima limpida, anche lui ha un passato, infatti ha lasciato Napoli per un motivo preciso, il cui ricordo torna spesso a tormentarlo.



Quasi ogni giorno la cronaca parla di femminicidi, di uomini che uccidono le donne che dicevano di amare, se analizziamo i numeri di queste morti c'è da restare annientati dall'angoscia, mi chiedo sempre cosa accade dopo a chi resta e mi chiedo se poteva essere evitato e, soprattutto, mi chiedo cosa passa nella mente di un uomo che uccide la propria donna, spesso anche davanti ai figli. Non c'è mai amore in questo, c'è solo follia.
L'eco di queste notizie girava continuamente nella mia testa già da un po' e, rimuginando su questi episodi, è nata questa storia e sono nati dei personaggi nuovi che ho imparato ad amare giorno dopo giorno con i loro difetti, i loro dubbi e le loro fragilità.
Viviamo in un modo fragile: fragile come una donna violata, fragile come il cuore umano, fragile come il silenzio.


22 commenti:

  1. Brava. Continua così!
    Sì, sono tempi brutti, bruttissimi e le notizie sembrano un bollettino di guerra.
    Spero che la tua storia sappia rendere giustizia alle vittime di questi crimini infami.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marina, spero di aver dato una sorta di giustizia letteraria, ma servirebbe ben altro a livello concreto nel nostro paese.

      Elimina
  2. Risposte
    1. Grazie di cuore Max! Sei davvero carino a linkarmi, sei un amico!

      Elimina
  3. Risposte
    1. Ti piace la copertina? Sono molto contenta, non è opera mia, l'ho fatta fare da un grafico, però una foto è mia ed è stata 'fusa' con altre due immagini scelte da me. Mi sembra che il risultato sia di impatto, vero?

      Elimina
    2. Sì. Inoltre ha un'aria professionale. Il che non guasta... ^^

      Elimina
  4. Ottimo. Innanzitutto in bocca al lupo. E hai pure cambiato genere: interessante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marco, viva il lupo! Ho cambiato genere perchè volevo sperimentare qualcosa di diverso e perchè avevo un'idea in testa, ma le storie d'amore non le abbandono ;-)

      Elimina
  5. Complimenti Giulia. Appena esce lo acquisterò immediatamente. Faccio il tifo per te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marco, sono felice di averti tra i miei sostenitori! Spero che ti piaccia (sono già in ansia all'idea che qualcuno lo legga...)

      Elimina
  6. In bocca al lupo, Giulia, sono contenta che hai fissato una data :) Molto bella la copertina! Quel #1 significa che hai già in mente di farne una serie?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maria Teresa, viva il lupo! Alla fine ho deciso la data, ho pensato che dovevo buttarmi e non farmi prendere dall'ansia pre pubblicazione, che comunque c'è. Per la copertina mi sono affidata a un grafico, avevo un'idea precisa ed era davvero difficile trovare l'immagine giusta senza manipolarla in qualche modo. Sono felice che ti piaccia.Sì quel #1 è perché ho in mente di farne una serie, il mio personaggio crescerà, almeno spero, ho già un'idea sul #2 ma è ancora tutto solo nella mia mente...

      Elimina
  7. Allora in bocca al lupo per l'uscita imminente.
    Il tema che hai scelto è sicuramente d'attualità ma anche difficile da trattare proprio per, ahinoi, la sua onnipresenza sulla cronaca nera quotidiana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Viva il lupo caro Ariano! Sì è un tema difficile e la cronaca ce lo rammenta di continuo purtroppo! Le storie raccontate sono ispirate a casi reali di cronaca anche se ho ovviamente modificato ogni possibile riferimento reale, tuttavia mi sono accorta che paradossalmente questi eventi tendono ad assomigliarsi e ad avere lo stesso angosciante copione.

      Elimina
  8. Complimenti per questa nuova creatura! Mi piace molto la copertina e anche la sinossi promette bene. Ci sarà anche la versione cartacea? Vorrei regalarla al marito giallista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore Cristina! Sì ho intenzione di far uscire il cartaceo, spero di riuscire entro l'estate, così potrai regalarla al marito giallista!

      Elimina
  9. Davvero molto bella la copertina, ben realizzata. Noto quel #1, quindi significa che hai in già mente di realizzare altre opere con questo personaggio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sono contenta che la copertina ti piaccia, dopo averci pensato a lungo ho deciso di farla fare da un grafico e sono molto contenta del risultato. Sì l'idea è quella di far continuare a vivere questo personaggio, ci sarà almeno un numero due, spero :)

      Elimina
  10. Apperò! Davvero una sorpresa questo cambio di genere! Anche tu non hai ancora deciso da che parte stare? Rosa-fucsia o giallo-noir? ;)
    La copertina è davvero bella, meglio di alcune edizioni che trovo in libreria, quindi bravo al grafico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io amo leggere le storie d'amore (rosa ma non troppo) e i thriller e così, un po' per scommessa con me stessa e un po' perché è un genere che amo ho provato a scrivere questa storia. Spero che il risultato sia discreto (non voglio scrivere buono o di più...) Sono felice che la copertina ti piaccia, è stato molto bello collaborare con il grafico e ottenere esattamente l'immagine a cui avevo pensato! Io vorrei scrivere in entrambi i generi, tempo permettendo...

      Elimina